Project Description

Malpelo

Io non sono razzista sei tu che ti offendi

Malpelo

Io non sono razzista sei tu che ti offendi

Laboratori teatrali per la coesione e la gestione dei conflitti razziali tra pari, finalizzati alla messa in scena di uno spettacolo collettivo. Rivolto alle alunne e agli alunni delle scuole secondarie di primo grado della provincia di Ravenna. Progetto realizzato in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Ravenna.

Temi

Gestione dei conflitti, razzismo, sviluppo della creatività individuale e collettiva attraverso il teatro.

Bambini e ragazzi

I ragazzi, prima degli adulti sono sempre più chiamati a confrontarsi con le diversità e ad elaborare un pensiero che permetta loro di non cadere nell’indifferenza, nei pregiudizi o nel razzismo. Serve loro l’acquisizione di una mentalità aperta, consapevole di sé e delle proprie capacità e possibilità. Il teatro è qui pensato e vissuto come gioco, come occasione di incontro e di scoperta di sé stessi e degli altri, come strumento creativo e sociale.

La Scuola / La Comunità

Il progetto si inserisce nell’ambito del compito della scuola di sviluppare individui consapevoli, autonomi, nel contempo educando al rispetto reciproco, alla solidarietà. Si inserisce anche nel compito della Comunità di fornire luoghi di aggregazione giovanile e attività che possano ampliare la conoscenza, la sperimentazione e i percorsi formativi.

Il Progetto

MALPELO – io non sono razzista sei tu che ti offendi, trae ispirazione dalla celebre novella del Verga “Rosso Malpelo”, dove il protagonista ha la vita segnata per il semplice fatto di avere i capelli rossi. Il percorso sostiene gli studenti/esse ad andare oltre la conoscenza superficiale, per confrontarsi e mostrarsi agli altri per ciò che sono realmente; ma darà voce anche alla restituzione di frasi fatte, stereotipi che si è inconsapevoli di aver assimilato come verità indiscutibili. Si dialogherà con i partecipanti e si stimolerà l’interazione attraverso esercizi e giochi teatrali. Un percorso di benessere personale e di creazione di un clima collaborativo in classe o nella collaborazione tra studenti di varie sezioni. Scopo dei laboratori è quello di utilizzare specifiche competenze teatrali per risolvere questioni linguistiche, comportamentali e di gestione del conflitto in classi miste per migliorare il rapporto insegnante-allievo e allievi tra loro. È un’educazione attiva ed esperienziale, di forte impatto sulle classi coinvolte.

Il percorso in classe

Ogni percorso/laboratorio è costituito da sette unità di lavoro/laboratorio, di 2 ore ciascuna: in fasce di orario scolastico da concordare con i docenti, e prevede un evento/incontro/festa finale in cui i partecipanti (assieme) realizzeranno una performance sul tema della diversità come ricchezza.

Ogni percorso è co-progettato con gli insegnanti e diviene strumento utile e pensato per il gruppo specifico. Per questa ragione è previsto un incontro preliminare con l’insegnante responsabile, prima di iniziare il percorso in classe.

Tempi

  • ottobre/novembre: comunicazione alle scuole, scelta di 3 classi/scuole coinvolte e co-progettazione con gli insegnanti di riferimento
  • gennaio/maggio: percorsi in classe
  • maggio: evento conclusivo del progetto

In collaborazione con Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Ravenna

Progetto
Scheda adesione
Contattaci